CALCOLA PREVENTIVO
RESTA ANCORA ELEVATO IL NUMERO DEGLI ITALINI CHE NON ACCEDONO ALLE CURE SANITARIE - Notizie da Mutua Iris Italia
Via della Magliana, 184
00146 Roma
Tel 06 5500867
info@mutuairisitalia.org
09:00 - 18:00
Lunedì - Venerdì

RESTA ANCORA ELEVATO IL NUMERO DEGLI ITALINI CHE NON ACCEDONO ALLE CURE SANITARIE

Dal rapporto del Censis, al 2015 si registra una riduzione della spesa pubblica mentre aumenta quella privata. Evidenzia il Censis “gli effetti socialmente regressivi delle manovre di contenimento si traducono in un crescente numero di italiani, 11 milioni circa, che nel 2016 hanno dichiarato di aver dovuto rinunciare o rinviare alcune prestazioni sanitarie, specialmente odontoiatriche, specialistiche e diagnostiche”.

Il mercato del lavoro di presenta sempre meno possibilità occupazionali provocando l’aumento di famiglie senza redditi da lavoro. Il Censis spiega che “la deprivazione coinvolge anche famiglie che sono al di sopra della soglia di povertà”, mentre le famiglie in deprivazione abitativa sono più di 7 milioni nel 2014 e quelle in severa deprivazione abitativa sono 826.000.

Per il Censis, “la crisi e la stentata ripresa hanno creato un gorgo che può attirare in sé anche chi tradizionalmente è rimasto lontano dal disagio: questo genera una incertezza diffusa e spinge a pensare che solo pochi sono fuori dal rischio di cadere in condizioni di disagio”

Per effetto di carriere contributive più lunghe e continuative ed occupazioni in settori con inquadramento professionale migliore, i nuovi pensionati hanno redditi pensionistici decisamente migliori.

Per più di 3 milioni di famiglie con pensionati le prestazioni pensionistiche sono l'unico reddito familiare, mentre 1,7 milioni di pensionati hanno ricevuto un aiuto economico da parenti e amici. Ma da un commento del Censis emerge che “i pensionati non possono essere considerati solo come recettori passivi di risorse e servizi di welfare, perché sono anche protagonisti di una redistribuzione orizzontale di risorse economiche: sono più di 4 milioni quelli che hanno prestato ad altri un aiuto economico”.